Conoscete la Carta della famiglia?

Dal 2016,  anno di entrata in vigore la Carta della famiglia, rientra tra le misure messe in campo dal governo per contrastare la povertà.

Con essa si può accedere a sconti su acquisti di beni e servizi sia da imprese private, che aderiscono all’iniziativa, sia da pubbliche amministrazioni.

Nonostante siano trascorsi due anni dall’entrata in vigore, in pochi ne conoscono l’esistenza e gli effetti.

Possono accedere ai vantaggi di tale carta sia i cittadini italiani che stranieri, purché regolarmente inseriti nella nostra società, con un nucleo familiare composto almeno da tre figli e con un ISEE , in corso di validità, non superiore ad €. 30.000,00.

La domanda va presentata da uno dei due coniugi al comune di residenza.

Con tale carta, che è personale e quindi non è  cedibile ad altre persone ed  ha durata biennale, si può usufruire di sconti particolari su acquisto di alimentari e non.

Le imprese che aderiscono a tale iniziativa devono esporre, ben visibile, un bollino;

Esistono due  differenti bollini che danno accesso a  diversi livelli di sconto.

Negli esercizi con esposto il bollino “ Amico di Famiglia” si possono acquistare prodotti scontati del 5%, mentre lo sconto è pari o superiore al 20% in quelli che espongono il bollino “ Sostenitore della Famiglia”.

Con la carta, come detto sopra, si può risparmiare su un a vasta gamma di prodotti e servizi di differente tipologia merceologica come ad esempio, oltre che su beni alimentari e non, su articoli per la scuola e per l’igiene della casa; i possessori della carta potranno usufruire di uno sconto anche su molti servizi come l’energia elettrica, il gas, i combustibili per il riscaldamento,  lo smaltimento dei rifiuti, i trasporti, le manifestazioni sportive e molto altro.

Per saperne di più, visitare il sito del  ministero del lavoro.